Camioncino pubblicitario della UE inquina e disturba

I Belgi protestano per l'inquinamento inutile. Foto ricardo.martinsGli abitanti di Bruxelles hanno richiesto l'intervento della polizia perché disturbati da un camioncino pubblicitario. Il camioncino stazionava tutto il giorno a motore acceso e portava un pannello gonfiabile pubblicizzante le azioni della Comunità Europea a sostegno delle piccole e medie imprese.

Per mantenere eretto il gonfiabile di 6 metri per 10, i motori del camioncino erano perennemente accesi. I cittadini del quartiere europeo, vicino al parco del cinquecentenario, non gradivano essere costretti a respirarne i gas di scarico e subirne il rumore, si sono quindi rivolti alla polizia.

L'IBGE (Institut Bruxellois pour la Gestion de l'Environnement), che gestisce le aree verdi e si occupa di inquinamento, nega che il camioncino avesse il permesso di stazionare nel parco; dalla Commissione arrivano risposte imbarazzate sul perché si sia scelto un mezzo tanto "sprecone, vecchio e inquinante" per pubblicizzare le azioni comunitarie e la polizia racconta di come il camioncino della discordia si sia allontanato spontaneamente prima dell'arrivo degli agenti.

Sembra una storia banale, ma vi prego di notare come, in un Paese civile, la gente comune abbia occhi e orecchie per accorgersi di che cosa non va, cuore per indignarsi, cervello per elaborare una strategia che metta fine al degrado nel rispetto delle regole e volontà per esigere che i beni comuni (pulizia dell'aria e quiete pubblica) siano rispettati.

Via | Virgilio
Foto | ricardo.martins

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: