L' India mette l'idrogeno nei Risciò

Folla in India. Foto: HorsecounterLa Eden Energy Ltd si è aggiudicata la gara per la costruzione della prima stazione di rifornimento di idrogeno ed "Hythane®" (una miscela di metano ed idrogeno al 7%) destinata agli autoveicoli in India. L'impianto avrà una capacità di 5 m3/ora di idrogeno e sarà completato a fine 2008, in una stazione esistente da 2500 veicoli al giorno, nel cuore di Dehli. Il costo viene stimato intorno ad un milione di dollari statunitensi.

L'Hythane® è una miscela brevettata che, nei motori a metano, abbatte del 50% le emissioni di ossidi di azoto, con il vantaggio di non richiedere modifica dei motori né del sistema di stoccaggio e gestione del gas naturale. Il progetto, frutto di un accordo tra la Hythane (controllata della Eden) e la Indian Oil Corporation, il più grande gruppo petrolifero indiano, si inserisce in un vasto piano per i trasporti di Delhi, che prevede di convertire un quinto dei veicoli in circolazione, quali auto, autobus e gli onnipresenti risciò a motore (detti "Tuc-tuc"), con carburanti ad alto contenuto di idrogeno.

In India l'uso del metano è molto diffuso poiché molte città, tra cui Delhi, hanno imposto l'uso del metano per il piccolo trasporto merci e persone e, chiunque visiti l'India, non può esimersi dal notare la diversa qualità dell'aria nei luoghi dove i Tuc-tuc vanno a gas. Il progetto rappresenta, quindi, un serio banco di prova per verificare la fattibilità dell'introduzione di un carburante costoso e difficile da trattare come l'idrogeno, in condizioni molto reali. Quelle di un paese pacifico e convulso chiamato India.

Via | Fuel Cells Works
Foto | Horsecounter

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: