Risparmio idrico mentre si fa pipì

Falcon WaterFreeNon è ovviamente la prima volta che affrontiamo i problemi legati all'uso della risorsa "acqua". Quasi il 40% della popolazione mondiale fa già fatica a soddisfare le proprie esigenze e le Nazioni Unite prevedono che entro l'anno 2010 la mancanza d’acqua nel mondo raggiungerà proporzioni da crisi.

Leggendo questi dati sembrerebbe fuori luogo sapere che circa 10 litri di acqua vengono usati ogni volta che tiriamo lo sciacquone del bagno (spesso si usa acqua potabile). Basterebbe poco per risparmiare parecchie migliaia di litri.
E cosa pensare degli urinatoi presenti allo stadio o in una stazione ferroviaria? Qualcuno ha trovato una soluzione.

L'azienda Falcon produce urinali (vedi immagine) che non usano l'acqua.

Praticamente la parte inferiore dell'urinale accoglie una cartuccia (in plastica riciclabile) , la parte superiore della cartuccia è dotata di fori i quali consentono il passaggio dell’urina attraverso un liquido “sigillante”. Tale liquido è costituito da materiale organico, biodegradabile al 100%, che possiede delle caratteristiche chimico-fisiche che gli consentono di galleggiare sull’urina creando una bariera di separazione eliminando i cattivi odori.

Usare questo oggetto permetterebbe di risparmiare 151.000 litri d’acqua l’anno (il consumo medio di un urinale) secondo i dati forniti dalla stessa Falcon.

Per info: www.falconwaterfree.com

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: