Cambiamenti climatici ed effetti sul suolo

Nuove scoperte sul bilancio della CO2 e la lettiera di foreste tropicali. Foto ms.TeaTorniamo a parlare del rapporto tra suolo e gas serra. Uno studio finanziato dall'Unione Europea ha permesso di correlare lo spessore della lettiera con la respirazione del suolo e la conseguente immissione di anidride carbonica in atmosfera. Lo studio si è concentrato sui terreni dei tropici nei quali è presente il 30% di tutto il carbonio contenuto nei suoli a livello globale.

Le maggiori concentrazioni di CO2, il riscaldamento globale ed i modificati regimi pluviometrici, sembrano provocare modificazioni nelle fasi fenologiche fogliari. Queste si tradurrebbero in un aumento dello spessore della lettiera; i ricercatori hanno quindi sperimentato gli effetti derivanti da possibili aumenti e riduzioni della lettiera in 5 anni.

Secondo le previsioni si sarebbero dovuti verificare aumenti sulla respirazione del suolo dell'ordine del 9%. I risultati ottenuti sono tuttavia stati nettamente maggiori, evidenziando un incremento del 20% nelle aree in cui parte della lettiera è stata rimossa e addirittura del 43% nelle zone in cui è stata aggiunta la lettiera.

Tutt'oggi non sono note le dinamiche profonde e superficiali e soprattutto le loro interazioni. Questo potrebbe essere il motivo di tale discrepanza tra dati attesi ed osservati; risulta quindi importante concentrare gli studi su queste dinamiche per capire al meglio quali potrebbero essere gli effetti causati da un accumulo di lettiera sul ciclo dei nutritivi e sulla conseguente fertilità del terreno.

Via | PLoS
Foto | ms.Tea

  • shares
  • Mail