Toyota, Honda e GM dicono no all'Automotive X Prize

Niente Automotive X Prize per Honda, Toyota e GM

L'anno scorso è partito l'Automotive X Prize, un premio di $10 milioni destinato a chi proporrà un veicolo per il trasporto privato sportivo, ultraefficiente (con emissioni vicine allo 0) e pronto per la commercializzazione. Ne abbiamo parlato su ecoblog e tutti i dettagli si trovano qui. La gara va avanti, ma i big dell'auto si ritraggono.

La X Prize Foundation ha personalmente contattato tutte le grandi case automobilistiche che producono veicoli che più si avvicinano all'efficienza richiesta dalla fondazione (42 km/litro di benzina o equivalente), come Honda, Toyota e GM. Unanime la risposta: "non partecipiamo".

Donald Foley, un organizzatore dell'X Prize, pensa che i giganti dell'auto abbiano paura della ricaduta di immagine in caso di sconfitta. Molte start-up, come Tesla Motors, sono infatti meglio posizionate delle grandi case automobilistiche nella realizzazione di veicoli elettrici. Una sconfitta potrebbe danneggiare la credibilità dei marchi che producono auto ibride (come la Toyota Prius). Foley si rammarica che i grandi non vogliano rischiare, perché le loro ingenti risorse economiche potrebbero portare sul mercato veicoli a basso impatto ambientale molto prima di quanto non siano in grado di fare piccole start-up.

Puntare sul nuovo d'altronde è una scommessa dove i piccoli hanno tutto da guadagnare e i grandi tutto da perdere.

Via | ecogeek
Foto | ecogeek

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: