Fame nel mondo, tra spreco e carestia

Scritto da: -

Troppe risorse causano anche sprechiSono le facce della stessa medaglia: lo spreco e la carestia di risorse alimentari. Nonostante l’abbondanza dei raccolti. Non è mai accaduto nulla di simile: vi è una crisi alimentare scatenata dai prezzi al rialzo delle materie prime, come il grano, o le verdure, nonostante non vi sia carestia di raccolti. Nel corso degli ultimo 60 anni i prezzi dei prodotti alimentari sono aumentati, in tre occasioni, vertiginosamente.

“Questo è il nuovo volto della fame”, ha detto Josette Sheeran, direttore esecutivo del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite. “C’è abbondanza di cibo negli scaffali dei supermercati, ma la gente non ha soldi a sufficienza. Tanto che l’Agenzia per lo sviluppo internazionale degli Stati Uniti è costretta ad acquistare le forniture sul mercato libero e ad elaborare piani per ridurre gli aiuti”. In Minnesota gli agricoltori sono nervosi, i loro raccolti abbandonati saranno mangiati completamente dalle spese per i fertilizzanti e per il carburante agricolo, (vallo a dire a quelli italiani…); mentre in Inghilterra ogni anno si gettano via 20 milioni di tonnellate di alimenti, una quantità pari alla metà del fabbisogno dell’Africa.

Di questi, circa 16 milioni di tonnellate deriva dallo spreco che avviene nelle case, negozi, ristoranti, alberghi e dalla produzione alimentare. Gran parte del resto è pensato per essere distrutti tra l’azienda e il negozio di campo scaffale.

La faccenda è venuta fuori a proposito delle proteste sui sacchetti di plastica distribuiti gratuitamente negli ipermercati. Allorché Lord Haskins of Skidby, ex consigliere del governo su affari rurali e presidente della Northern Foods, ha detto che:” altro che i sacchetti dati gratuitamente! Il vero problema è la montagna di cibo che va sprecato ogni anno e che contribuirebbe a preservare l’ambiente e sollevare la mancanza di cibo nel mondo”.

La responsabilità sarebbe dei consumatori che sono attratti dalle multi offerte dei supermercati del tipo “prendi tre e paghi due”, e che getterebbero poi via un terzo di quanto acquistato in più secondo “Rifiuti & Risorse” il cane messo a guardia dal Governo sul problema rifiuti. E questa primavera parte la campagna del National Consumer Council per porre all’attenzione dei consumatori il problema dei rifiuti alimentari.

Tim Lang, professore di politica alimentare presso la City University, ha detto: “I rifiuti sono una parte fondamentale dell’economia del cibo e sarà difficile sbarazzarsene. Non vedo come basterà fare semplicemente appello alla morale. “.

I supermercati si difendono poiché si dicono molto sensibili sul tema dei rifiuti, il portavoce di Tesco, che però non ha fornito cifre, ha dichiarato che solo l’ 1% dei prodotti va in discarica mentre Waitrose, ha spiegato che i prodotti vicini alla scadenza anche freschi vanno in saldi, poiché non è conveniente gettare via alimenti.

Aiutare il pianeta …
The Independent on Sunday’s lancia intanto i dieci comandamenti per aiutare il Pianeta:

1. Compra meno se pensi che non potete mangiare tutto : piccole confezioni, meno verdure piuttosto che sacchetti giganti pre-confezionati e lascia perdere le offerte “tre per due”;

2. Usa la tua fantasia con gli avanzi: con la metà di un pollo arrosto ci fai un insalata, uno sformato, un panino…;

3. Non lasciare che la verdura ammuffisca in frigo; tienila sempre nella parte bassa e quella più vecchia usala per zuppe o curry;

4. Ricordati di non acquistare ortaggi se se via per il fine settimana;

5. Non ordinare troppo al ristorante e se ci sono avanzi chiedi di sistemarli per portarli a casa;

6. Utilizza il buon senso per i tuoi acquisti;

7. Diventa amico/a del tuo congelatore; surgela i tuoi avanzi di cibo avendoli riciclati come dosi monopasto;

8. Usa la frutta vecchia per fare dolci o budini;

9. Non usare i sacchetti di plastica per conservare le verdure nel frigo; meglio la carta, o proprio niente;

10. Prova ad acquistare meno e più spesso ciò di cui hai bisogno;

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 17 voti.  
 

article
5387
Fame nel mondo, tra spreco e carestia
Fame nel mondo, tra spreco e carestia
http://www.ecoblog.it/post/5387/fame-nel-mondo-tra-spreco-e-carestia
2008-03-05T10:33:17UTC
http://media.ecoblog.it/th/2008/3/p5387-620x350.jpg
agricoltura,alimentazione,economia,plastica,risorse,mondo,inghilterra,confezioni,discarica,stati uniti,campagna,terra,prezzi,fertilizzanti,alimentari,spreco di cibo
news