Fare il pieno al fast-food

Molly che usa per la sua Jetta olio vegetaleLui:”Ciao cara, andiamo al ristorante?”
Lei:” Anche stasera?”
Lui:” E devo fare il pieno!”

Non è il pieno che immaginate voi! Non si tratta né di alcolici né di delikatessen, ma di olio usato per le fritture. Negli Stati Uniti una community da diverso tempo ricicla l’olio delle fritture come carburante delle auto a diesel. Passano al pub, al ristorante, al fast-food, al ristorante cinese con le loro taniche, le riempiono e le versano nel serbatoio della loro auto.

In alcuni casi senza spendere un cent, in altri possono al massimo spendere 90 cent di $, cioè circa 20 cent di €. E la felicità dei ristoratori è immensa, altrimenti devono pagare le ditte autorizzate per il ritiro e lo smaltimento del loro olio. A quanto riferiscono entusiasti gli appartenenti alla community, l’olio vegetale ha delle ottime performance sui motori a diesel e riesce anche a mantenerli meglio. Ovviamente non si tratta di prendere l’olio dalla padella e passarlo nel serbatoio. Bisogna prima depurarlo con filtri speciali che costano circa 10$. E la manutenzione è di routine.

La cosa particolare è che essendo olio vegetale non emette zolfo ed emette carbonio neutro, in quanto le piante assorbendo anidride carbonica la riemettono come ossigeno. E le emissioni, sebbene ancora allo studio di esperti, risulterebbero comunque meno dannose del diesel derivato dal petrolio.

Il kit che consente questo “miracolo” varia nei prezzi a seconda del modello dell’auto. Diciamo che la spesa media è di circa 1000 $ a cui si può aggiungere il minicomputer che costa 350$, per il controllo delle operazioni di alimentazione. A noi, con l’Euro forte costerebbe circa 900 € tutto compreso! La cosa curiosa è che sono elencati tutti gli oli possibili da riusare come carburante tranne che quelli di oliva e extravergine di oliva, ovviamente perché non sono contemplati come olii per la frittura. Ma da noi che spesso li usiamo? Chissà come si comportano nel motore a diesel?

Via| Greasecar

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: