Per la Croazia, l'Europa val bene una zona di pesca

merluzzo e pesca in Adriatico. Foto f10n4La Croazia ha ceduto alle pressioni e ha revocato la zona di protezione della pesca nel nord Adriatico di cui avevamo parlato il mese scorso. In parlamento la decisione e' passata per un pelo: 77 voti su 153, ovvero il 50% più mezzo voto, comunque abbastanza. Dopotutto i pesci che avrebbero potuto riprodursi in quella zona non votano e non protestano, si limitano ad essere sfruttati oltre le loro capacità di riproduzione e scompariranno in silenzio. I pescatori che avrebbero apprezzato una gestione sostenibile della pesca sono troppo pochi e i benefici dell'entrare a far parte dell'Unione Europea troppo grandi.

Il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso ha confermato lo sblocco dell'iter di adesione della Croazia all'UE, prevista per il 2009. Italia e Slovenia (che avevano fatto pressione sul governo di Zagabria) potranno mandare i loro pescherecci in una delle zone più pescose dell'Adriatico.

La zona di pesca protetta era stata istituita dal Parlamento di Zagabria fin dal 2003 e ampliava la delimitazione delle acque territoriali croate da 5 a 40 miglia dalla costa. Nel 2004 Italia e Slovenia avevano ottenuto una deroga che permetteva loro di pescare in quelle acque fino al raggiungimento di un migliore accordo, mai raggiunto nei fatti.

Il premier croato Ivo Sanader ha ottenuto da Barroso l'impegno della Commissione europea a tutelare almeno la Fossa di Pomo, un'area all'altezza di San Benedetto del Tronto tra le più ricche di merluzzi dell'Adriatico. Ora, guardando le quotazioni del pesce a San Benedetto del Tronto si vede che scampi e merluzzi sono tra i meglio pagati e più pescati, cosa che li espone a rischi di pesca eccessiva da parte di chi vuole guadagnare subito, ma che rende anche vitale da un punto di vista della sostenibilità economica la loro conservazione nel lungo periodo.

Via | Ticinonews
Foto | f10n4

» La situazione della pesca in Croazia e sue prospettive future su Forum AIC
» Croati più vicini all'Ue su La Stampa

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: