Salvi per un pelo i colibrì di Trieste

Colibrì da ambiro Sembra la storia di un condannato a morte che all’ultimo minuto riceve la grazia. I colibrì ospiti presso il Centro per la salvaguardia di Trieste hanno rischiato di morire per il distacco della corrente elettrica a causa delle difficoltà economiche attraversate dal Centro. Alla fine un contributo straordinario di 40 mila euro approvato due giorni fa dal Ministero dell’Ambiente ha evitato la tragedia. Ma i problemi non finiscono qui…

Tutto cominciò nel 2005 quando l’Italia firmò con il Perù un protocollo per la riproduzione dei colibrì, offrendo nel Belpaese l'ospitalità per alcuni esemplari. Il Centro di Trieste, che ha accolto i colibrì, non ha però ricevuto i finanziamenti per sostenere il progetto. Il distacco doveva avvenire oggi, sabato 15, alle 10. La causa? Un problema burocratico raccontato, ripercorso e denunciato da molti. Ne parlarono le Iene lo scorso 25 gennaio che insieme a tanti altri personaggi famosi si unirono all’appello per salvare il Centro.

Il contributo di 40mila euro non sembra però risolvere il problema. “I nostri debiti – spiega in una lettera Stefano Rimoli, direttore del Centro - ammontano a 200.000 euro, solo per l’energia elettrica dovremmo versare 73.000 euro……… Il dott. Cosentino (Direttore Generale del Servizio Conservazione Natura, ndr) ha firmato l’erogazione di 40.000 euro, un piccolo ma indispensabile importo! Lo ringrazio e ringrazio il Ministro perché questa cifra, per quanto esigua, mi dà la possibilità di proporre subito all’Azienda fornitrice di energia elettrica, a quella del gas combustibile, e a tutti i nostri fornitori e collaboratori, in primo luogo una proroga di alcuni giorni, in attesa che i soldi arrivino materialmente, e poi una speranza per il futuro”. C’è ancora da lavorarci sopra, fortunatamente anche secondo il Ministero che ha annunciato la propria “disponibilità a studiare – insieme al Centro stesso - soluzioni idonee e definitive per il mantenimento dei colibrì”.
Mi chiedo perché si debba arrivare agli sgoccioli e alla denuncia per ottenere un finanziamento per un impegno che il Governo ha preso nei confronti di un altro paese e del pianeta. Spero solo che i colibrì non si siano accorti di tutto il trambusto che si è creato intorno allo loro magnifica vita.

» Centro per la salvaguardia dei colibrì
» Ministero dell'Ambiente

Foto | ambiro

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: