Caro pane e pasta: la situazione potrebbe peggiorare a breve

Probabili aumenti sui generi alimentari di prima necessità. Foto di foéÖþoooeyPoche giorni fa abbiamo parlato di grano, oggi torniamo in argomento perché i prezzi di pane e pasta potrebbero ben presto schizzare a valori molto più alti degli attuali a causa di un fungo killer. Il patogeno, a partire dall’Africa è passato in Iran e potrebbe essere giunto in Pakistan. La cattiva notizia è che quest’ultima nazione rappresenta un punto fondamentale di passaggio verso il "granaio asiatico".

Il ceppo, denominato Ug99 e riconducibile alla ruggine del frumento (Puccinia graminis), sta rapidamente dilagando: è stato scoperto nel 1999 in Uganda ed ha mostrato fin da subito una patogenicità elevata invadendo prima il Kenya e l’Etiopia, poi Yemen e via via fino in Egitto, Turchia, Siria e Iran.

L'Ug99 è stato a lungo sorvegliato proprio per cercare di ridurre gli impatti derivanti dell’infestazione; tuttavia, dai calcoli previsti, il fungo è in anticipo di due anni sulla “tabella di marcia”anche grazie al ciclone Gonu, la tempesta più grande che ha colpito la penisola araba negli ultimi 30 anni e che ha trasportato le spore in diversi areali.

Attualmente l’Ug99 risulta essere resistente ai tre principali geni antiruggine. Inoltre, per completare un ciclo sessuale e creare nuovi ceppi, il fungo necessita del crespino (Berberis vulgaris) pianta diffusa in Iran. Se il patogeno completasse il ciclo, l'eventuale selezione di varietà resistenti sarebbe inutile a breve periodo.

L'unica lotta che che potrebbe portare qualche risultato è di tipo preventivo impiegando fungicidi per ridurre le infezioni. Tuttavia questi anticrittogamici non sono visti di buon occhio dai coltivatori in quanto li costringerebbe ad una spesa che potrebbe essere determinante per la futura salvaguardia dei raccolti ma che, parimenti, potrebbe non avere alcun effetto.

Via | NewScientist
Foto | foéÖþoooey

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: