Aumentano i Comuni che si convertono alle fonti di energia rinnovabile

Aumentano in Comuni Rinnovabili Lo sappiamo che in fatto di emissioni ed energie rinnovabili qui in Italia siamo un po' indietro. Ma segnali positivi ci sono e vengono in particolare dai piccoli comuni. Il paese di Dobbiaco, in provincia di Bolzano, ad esempio è risultato essere il comune più "rinnovabile" di Italia secondo i dossier di Legambiente presentato questa mattina.

Il dossier "Comuni Rinnovabili", alla sua terza edizione, raccoglie i dati di un questionario inviato a tutti i comuni italiani sulla quantità di impianti di produzione di energia sul territorio comunale, sia da privati sia installati dall'amministrazione comunale stessa su edifici pubblici. Primo risultato positivo, l'aumento netto di comuni che hanno installato qualche impianto (o perlomeno che si prendono la briga di contarli e rimandare indietro il questionario). Sono 3190 (sugli oltre 8mila comuni italiani), l'anno scorso erano stati 1928 in meno. Mi pare un numero incoraggiante.

Veniamo quindi al vincitore, Dobbiaco, un paese di poco più di 3200 abitanti. E' risultato il più rinnovabile in assoluto perchè la produzione di energia rinnovabile derivata dagli impianti in opera sul suo territorio supera di gran lungo il fabbisogno totale. E non è l'unico. A Dobbiaco si usa un mix di solare fotovoltaico (179 kW), di mini-idroelettrico (500 kW) e di teleriscaldamento per le esigenze termiche.

Il Rapporto poi entra nel dettaglio delle singole fonti rinnovabili. Ci sono 25 Comuni che hanno già raggiunto l'obiettivo UE di 264/mq di solare termico per 1000 abitanti ad esempio, e lo hanno fatto con 2 anni di anticipo (obiettivo stabilito per il 2010). Tra questi il primato va a Selva di Val Gardena. Parlando di fotovoltaico, ci spostiamo a Prato allo Stelvio dove con i soli pannelli solari coprono il 76% del fabbisogno energetico del paese. Anche le altre fonti sono in aumento, eolico e biomassa sopra tutti. Si conferma il primato toscano per la geotermia.

I vincitori, come abbiamo visto, sono piccoli comuni, e sono 1664 i comuni rinnovabili che hanno meno di 5mila abitanti. Qui probabilmente è più facile installare impianti senza sconvolgere troppo i piani regolatori locali, oppure è più facile con pochi impianti arrivare a coprire fabbisogni esigui (rispetto alle grandi città). E allora citiamo Catania, che tanto piccola non è, e che è risultato il Comune dove sono stati installati più impianti di solare fotovoltaico su edifici pubblici (oltre 1400 metri quadri). Come a dire, noi amministrazione diamo il buon esempio, cittadini per favore seguiteci!

Legambiente poi sottolinea come questi risultati potrebbero essere migliori se la normativa in materia di installazione di impianti fosse più semplice e avesse un po' più di coerenza a livello nazionale (ora infatti varia di regione in regione complicando un po' le cose), e chiede che venga introdotto l'obbligo di una quota di energia da rinnovabili in tutti i nuovi interventi edilizi.
Io mi spingerei anche a chiedere che la quota sia bella consistente o totale, soprattutto se parliamo di edifici pubblici. Le amministrazioni comunali devono prendersi delle belle responsabilità e dare più che il buon esempio.

Il Rapporto è disponibile sul sito di Legambiente

Foto | Linda N.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: