E' primavera

Oggi 21 Marzo comincia la primavera. La stagione più attesa forse, che ci riscalda dopo il lungo grigiore invernale e ci proietta verso la calda estate e le sospirate vacanze. Quella in cui rifiorisce la vita e si risveglia un po' tutto dal letargo, anche la nostra voglia di uscire e di stare in giro all'aria aperta.

Si comincia oggi con l'equinozio di primavera (ovvero giorno che per motivi di posizione astronomica rispetto al sole che non vi spiego ha uguale durata del dì e della notte) e finirà il 21 giugno con il solstizio d'estate (dove avremo la maggiore durata del dì, ovvero delle ore di luce). E quindi da domani avremo più luce che buio, e le giornate sempre più lunghe. Ci sembrerà lentamente di guadagnare più tempo per la nostra vita. Più tempo poi lo avremo dal 27 marzo, quando scatterà l'ora solare e avremo più luce la sera.

Ricordiamoci sempre che stiamo parlando di stagioni astronomiche, che sono sfasate rispetto invece a quelle climatiche. Infatti abbiamo già sentito la primavera arrivare, o perlomeno chi come me soffre di pressione bassa e già nei giorni precendenti, con i primi caldi, ha creato un comodo cuscino sulla scrivania al lavoro per resistere fino all'ora di andare a casa... non per niente si dice "Aprile dolce dormire".

In primavera si risveglia tutto, dicevamo. Perchè il clima diventa più mite e più caldo, la neve (dove c'è) si scioglie, c'è più acqua a disposizione, e tutto questo crea un ambiente favorevole per lo sbocciare dei fiori. E' il momento per la nuova vita, e anche gli animali (uomo compreso) sentono lo stimolo di darsi un po' da fare...

Anche le piogge si danno da fare, soprattutto all'inizio della stagione. Quindi non lasciatevi ingannare dal caldo e tenetevi sempre un ombrello a portata di mano. Infatti le temperature più miti e l'aumento dell'umidità in atmosfera favoriscono il generarsi di precipitazioni, anche estreme e improvvise, e che in altre parti del mondo (altre rispetto alla nostra) significano anche l'inizio della stagione degli uragani.

Torniamo sull'Aprile dolce dormire, il mio cruccio del cambio di stagione. Non è una sensazione, non è una voglia di leggerezza che accompagna l'arrivo della bella stagione, non è una scusa per mascherare la non voglia di lavorare. Si chiama "astenia" il senso di stanchezza diffusa. Se relativo al cambio di stagione dipende dal fatto che l'organismo ha bisogno di tempo per adattarsi alle nuove condizioni climatiche, che dall'inverno alla primavera cambiano bruscamente (così come accade tra l'estate e l'autunno).
L'organismo consuma più energia per il "risveglio ormonale" (generico, non solo "quello" eh!) e quindi si sente più stanco. La bella notizia è che è una sensazione che va assecondata! Poi va accompagnata con cibi leggeri, meglio se crudi, e nei soggetti più sensibili, come me, aiutata con integratori di minerali e vitamine.

Arriva la primavera

» Il risveglio in Primavera
» Spring is aurora season

Le altre stagioni.
Foto | tanakawho

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: