Come far sopravvivere una rosa regalata?

Una rosa regalata che ha ripreso vita

Conosco due modi per far sopravvivere i mazzi di fiori regalati, quelli composti da fiori recisi per intenderci. Uno molto pratico per farli mantenere belli, freschi e profumati consiste nel cambiare l'acqua ogni giorno, tagliarne mezzo centimetro del gambo e far sciogliere un'aspirina nell'acqua del vaso. L'aspirina (anche scaduta, i fiori non si offendono di certo) ucciderà i batteri che li fanno marcire: non li salverete dalla morte certa, ma in compenso potranno durare anche un paio di settimane.

Per tutti i fiori che non provengono dai rizomi (dai bulbi insomma) - in particolare per tutte le rose - potete provare a salvarli piantandoli direttamente in terra o farli radicare in acqua. Il metodo da applicare alla rosa è molto semplice: prendete il gambo, dividetelo in pezzi da circa 20-30 cm l'uno, tagliando trasversalmente con le forbici. Incidete un doppio taglio formando una croce sulla parte che interrerete. Dopo aver infilato i gambi nella terra per 4-5 centimetri tirateli nuovamente fuori e mettete nel buco un cucchiaino di zucchero, quindi rinfilate e sperate. Personalmente ho messo il vaso all'aperto, sul davanzale della finestra per ripararlo da vento, pioggia e grandine: nonostante il clima freddino della capitale il risultato è ottimo visto che sono uscite le prime foglioline.

Foto | PiccoloSocrate.com

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: