Come cambia la produzione di energia in Italia

cambiamenti nel mix energetico italiano. Dati terna

Sempre dai dati sulla produzione nazionale di energia di cui parlavamo ieri, ho ricavato un secondo grafico, in cui si vede come stanno cambiando le fonti energetiche nazionali nell'arco di 10 anni, tra il 1997 e il 2006. In ordinata trovate i GWh prodotti, in ascissa le diverse fonti energetiche utilizzate. "Altri termoelettrici" sta per "gas derivati, recuperi di calore ed espansione del gas compresso".

Nel 2006 abbiamo prodotto 251mila GWh, l'anno scorso siamo arrivati a 315mila. Come potete vedere, aumenta il consumo nazionale di carbone e metano, cala quello di petrolio. Aumenta l'idroelettrico da pompaggi mentre cala l'idroelettrico naturale, anche se con oscillazioni. Il fotovoltaico e' in calo: siamo passati dai 6 GWh del '97 ai 4 del 2006. L'eolico e' in crescita costante, dai 118 ai 3211 GWh, ma viene battuto dalla combustione di biomasse e rifiuti che passa da 820 a 6283 GWh.

Insomma, le rinnovabili crescono, ma non velocemente quanto in consumi. Togliendo biomasse e rifiuti dal calcolo (spiacente, ma non riesco proprio a considerare i rifiuti una risorsa rinnovabile) nel 1997 le rinnovabili coprivano il 18,15% del fabbisogno, mentre oggi siamo al 14,41. (Rifacendo i conti, includendo i rifiuti, siamo scesi comunque dal 18,47% al 16,41%).

Via | Autorità Energia

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: