Uccidere l'ambiente con le azioni quotidiane

lavandino greenpeace

L'inquinamento dei flussi di acqua nelle zone urbane è un fenomeno molto preoccupante. Non mi riferisco solo a quello che accade in certi paesi del terzo mondo dove si tramutano fiumi in discariche a cielo aperto di liquami tossici e velenosi. Un significativo contributo allo spoiling ambientale è apportato proprio da quelle azioni che ognuno di noi (nel mondo sviluppato) compie quotidianamente.

Quei buontemponi di Greenpeace si sono inventati questa bellissima campagna (un pelino shock) per sensibilizzare a questo non-banale e poco visibile problema. Un lavandino che al posto del buco di scolo ha un tamburo di una pistola (con il colpo in canna). Il messaggio è fin troppo chiaro "quello che buttiamo negli acque di scarico uccide l'ambiente"

Dai nostri scarichi vengono immesse nell'ambiente sostanze (presenti in molti dei prodotti che si usano quotidianamente) che sono altamente nocive e tossiche. Le troviamo in quasi tutti i saponi, nei detergenti, nelle creme, negli shampoo etc.

Basterebbe un po' più di attenzione da parte degli utenti che molto spesso non si preoccupano minimamente (il più delle volte perché nessuno glielo fa presente) di cercare delle alternative ecologiche alle sostanze che utilizzano.
Esistono infatti una miriade prodotti (come le mitiche noci saponarie indiane per il bucato, tanto per dirne una(vedi diatriba nei commenti)) che pur mantenendo una discreta efficacia presentano un impatto ambientale molto ridotto rispetto ai prodotti ultrachimici molto spesso non certificati che ci vengono rifilati delle grandi aziende del settore.

Basta cercare, informarsi, avere un minimo di spirito di iniziativa e di inchiesta. Poi, una volta che queste azioni coscienziose (a base di prodotti ecocompatibili) saranno diventate abitudinarie, saremo riusciti a dare maggior sollievo all'ambiente.

» Clicca sull'immagine per vederla ingrandita...

» Per un maggior approfondimento sulla comunicazione della campagna visitate il post parallelo su designer blog

» Gli altri post della rubrica ecopubblicità

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: