Portare al dito 3 tonnellate di rifiuti

FedeLa notizia è vecchia ma Metronews l'ha riportata oggi, ma siccome non lo sapevo ho voluto riportarla.
Secondo l'edizione 2003 del rapporto annuale sullo stato del pianeta, l'estrazione dei metalli è una delle attività più devastanti del Pianeta.
Per costruire un anello d'oro si producono circa tre tonnellate di rifiuti. Le attività di estrazione utilizzano circa il 10% dell'energia complessivamente consumata, minacciano il 40% delle foreste primarie ancora esistenti e in molti Paesi sono responsabili di oltre la metà delle emissioni tossiche. I suoi costi sociali, ambientali e sanitari sono tra i più alti che si conoscano. Lo denuncia l'edizione 2003 dello State of the world, il rapporto annuale sullo stato del pianeta pubblicato ogni anno in 30 lingue dal Worldwatch Institute americano, fondato da Lester Brown.
[continua su Newton]

“No Dirty Gold”, una campagna sull’impatto sociale e ambientale delle miniere d’oro, promossa dalle organizzazioni Earth Works e Oxfam, ha lanciato una campagna pubblicitaria negli Stati Uniti, per spingere i gioiellieri e le imprese che commerciano prodotti d’oro a garantire che i loro oggetti non utilizzano materiale aureo proveniente da miniere dove vengono violati i diritti umani, quelli dei lavoratori e delle popolazioni locali, e che danneggiano l’ambiente.
[continua su RSINews]

  • shares
  • Mail