La quercia delle cento pecore

Petizione per salvare un esemplare di quercia del salento. Foto di Oreste CaroppoIn provincia di Lecce, a Scorrano, le raffiche di vento del Gennaio 2008 hanno sradicato un vecchio esemplare di quercia spinosa (Quercus coccifera L. var. calliprinos), una specie rara che vive in poche zone in Italia Merdionale. Questo esemplare, nello specifico, è particolarmente noto per la chioma che raggiunge un diametro di 17 metri.

Lla quercia spinosa è una specie che cresce lentamente, quindi la maestosità di questa pianta è a dir poco eccezionale (se non unica nel nostro paese) tanto da essere conosciuta col l'appellativo di “Quercia delle cento pecore” per via della dimensione della chioma in grado di ospitare un elevato numero di pecore sotto le sue fronde durante le afose giornate estive.

Solo qualche giorno fa l'esemplare è stato risollevato; ci sono voluti ben 3 mesi per provvedere alla situazione ed il tutto esclusivamente grazie agli Argonauti, un’associazione ambientalista locale, che si sono dovuti organizzare da soli (sbaglio o capita un po’ troppo di frequente in Italia?) mettendo in atto una petizione per tentare di salvare l'esemplare da morte certa.

Le condizioni della pianta sembrano essere buone ma è un po' presto per accertare gli eventuali danni; spiace tuttavia notare che, come al solito, le amministrazioni pubbliche sono indifferenti a fatti del genere tanto da non stanziare nemmeno fondi per l'esecuzione dell'opera. Unica eccezione è stata la Forestale che ha contribuito col coordinamento delle diverse fasi e con la consulenza tecnica.

Via | Forum degli Argonauti
Foto | Oreste Caroppo - Argonauti

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: