I bulbi estivi: interriamo Anemoni, Gladioli, Iris e Dalie

I gladioli sono bulbose primaverili Le confezioni di Anemoni, Gladioli, Iris e Dalie sono disponibili in questi giorni in molti supermercati a prezzi contenuti: personalmente li ho trovati da Lidl e Leroy Merlin a meno di 5 euro. Per chi è riuscito a conservarli l'anno passato, i primi caldi primaverili sono il momento ideale per interrare i bulbi. In alcuni casi, quando il bulbo è particolarmente secco potete provare a tenere a bagno in acqua di rubinetto tiepida prima di piantarlo direttamente in un terreno asciutto e ben ricco di sostanze come quelli "dedicati" in vendita nei vivai nei sacchi da 15 litri. Per i bulbi dalle dimensioni più contenute si può limitare l'ammollo a 2-3 ore, mentre per quelli più consistenti si può arrivare tranquillamente ad una notte intera, per poi interrarli la mattina presto.

Come piantarli? La forma del bulbio aiuta a capire la direzione: quelli a goccia vanno riposti con la punta verso l'alto ed in caso contrario sprecherebbero molta energia per risalire. Allo stesso tempo alcuni bulbi, come quelli degli iris, sono piatti o hanno delle appendici. Il lato piatto deve essere rivolto verso l'alto, mentre le appendici o radici rivolte verso il terreno. Nel dubbio, piantate il bulbo di lato.

Profondità ideale? Ogni specie ha le proprie caratteristiche che spesso trovate riportate sulla confezione ma ad ogni modo si va dall'interramento superficiale con il germoglio quasi esposto per l'iris, ai 2-5 cm di profondità per l'anemone, ai 6-10 per i gladioli e così via. Personalmente non li metto mai troppo vicini o in troppi nello stesso vaso: sempre a 10-15 cm di distanza in modo che possano respirare e "nutrirsi" abbondantemente senza andare in conflitto tra loro.

Foto | Kratz

  • shares
  • Mail