L'autostrada del Brennero all'idrogeno

Il progetto della stazione di idrogeno a Bolzano. Foto: AutobrenneroAvevamo parlato dei progetti della Norvegia, per realizzare un corridoio tra Oslo e Stavanger, adesso parte un progetto per quello tra Mantova e Monaco. L'Autobrennero Spa e la IIT S.c.a.r.l. di Bolzano, con un investimento di 10 milioni di euro, hanno deciso di realizzare un impianto pilota per la produzione e distribuzione di idrogeno a Bolzano sud. Il progetto consiste in un impianto pilota di produzione e distribuzione d’idrogeno a servizio dell’A22 e del territorio circostante. All’Autobrennero spetta il compito di realizzarne strutture ed impiantistica, mentre all’istituto partecipato I.I.T. quello di approntare i necessari impianti di produzione, distribuzione e stoccaggio dell’idrogeno.

L’idrogeno verrà utilizzato come combustibile per l’autotrasporto, sia allo stato puro, sia miscelato con metano (anche per il rifornimento degli autobus pubblici). In via sperimentale, l’idrogeno prodotto verrà adottato come vettore energetico per la produzione di energia in sistemi celle a combustibile per l’alimentazione di pannelli a messaggio variabile posti lungo l’asta autostradale.

L’impianto di produzione è dimensionato per produrre 240 metri cubi di idrogeno l’ora per un totale annuo di oltre 2 milioni di metri cubi, mentre la potenza elettrica necessaria per la produzione oraria è stata calcolata in 1000 kwh di corrente verde idroelettrica. Il risparmio in termini ambientali sarà pari a 700mila litri di benzina, corrispondenti ad oltre 1 milione e 600mila kg di anidride carbonica non emessa in atmosfera. I lavori dovrebbero durare poco più di un anno.

Via | Autobrennero, H2-IT
Foto | Autobrennero

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: