Piantare i bulbi per i lilium

Giglio Selvatico! Da un paio di settimane si trovano in commercio i bulbi per i gigli: generalmente il momento ideale per interrarli è febbraio-marzo, ma date le temperature rigide consiglio vivamente di iniziare a farlo ora per evitare che un acquazzone potente vi faccia "annegare" i bulbi, marcendoli tutti. Il giglio è un fiore estivo, originario della penisola Balcanica e dell'Asia Minore, da dove fu importato nel resto dell'Europa.

Il giglio appartiene alla famiglia delle Liliaceae ed è il nome volgare per il Lilium di cui ne esistono diverse specie in commercio anche se i soliti fornitori, Leroy Merlin o Lidl non vanno oltre le comuni specie nostrane, il Lilium candidum o il Lilium martagon.

Dove piantarli? Oltre all'ideale terreno in giardino con aggiunta di terra da orto, in vasi alti e stretti o in una piccola botte, molto decorativa che avrete preventivamente bucato sul fondo e dove avrete creato uno strato di almeno due o tre dita di argilla espansa o sabbia per drenare. Il giglio ha bisogno di un terreno "leggero": la composizione ideale si ottiene con due parti di terriccio universale altrettante di letame (o stallatico) e una di sabbia. Interrate i bulbi a 15/20 cm di profondità e non più di due/tre in un vaso di 30cm di diametro o quattro o cinque in un vaso di 50 cm di diametro. Innaffiate in abbondanza con acqua data a mo' di pioggia e posizionate al sole.

Foto | Il conte di Luna

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: