Mucca Pazza dalla Spagna

Mucche in allevamentoL'agroalimentare europeo non trova pace. E' di ieri la notizia di due persone morte in Spagna per il morbo di Creutzfeld-Jacob, sospettato di essere la variante umana dell'encefalopatia spongiforme bovina (Bse), la cosidetta mucca pazza. Lo ha riferito la radio nazionale. I decessi sono stati registrati nella regione centrale di Castiglia-Leon: il primo risale a tre mesi fa; il secondo alla settimana scorsa, ha precisato l'emittente citando fonti del dipartimento regionale della Sanità.

"Il sistema dei controlli è assolutamente affidabile. Le nostre carni sono sottoposte a verifiche severe e puntuali." E' questo il commento della Confagricoltura alla notizia dei due decessi in Spagna . Gli acquisti domestici di carne bovina delle famiglie italiane sono pari a circa 400mila tonnellate (24 chili pro capite) per un importo di 3,5 miliardi di Euro. Un mercato dunque, che se colto dall'allarme potrebbe crollare, così come è accaduto, nei giorni scorsi, per la filiera delle mozzarelle di bufala o per il vino adulterato.

Oggi tutti i bovini sopra i 24 mesi sono controllati. Questi interventi hanno consentito una drastica riduzione del fenomeno Bse negli animali allevati: dai cinquanta casi individuati nel 2001 ai due casi dei primi nove mesi del 2007 su circa 450.000 test effettuati sugli animali. Con la drastica riduzione dei casi di Bse in Italia ed in Europa è terminato il "proibizionismo alimentare" iniziato nel Consiglio dei ministri agricoli della UE il 29 gennaio 2001, quando per fronteggiare l'emergenza mucca pazza (Bse) era stata assunta la decisione di eliminare la colonna vertebrale dai bovini di età superiore a dodici mesi, condannando dal 31 marzo 2001 la fiorentina.

A seguito dell'emergenza mucca pazza- gli allevatori nazionali hanno aumentato nelle stalle gli esemplari di razze autoctone e oggi l'Italia può contare su circa 120.000 animali riconducibili alle cinque storiche razze italiane con un aumento di oltre il 20 per cento rispetto a prima della crisi mucca pazza scoppiata nel 2001.

Le razze autoctone bovine "Made in Italy" sono la chianina (30.000 animali), la romagnola (15.000 animali), la marchigiana (48.000), la podolica (20.000) e la maremmana (5.000).

Via | Agi

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: