ACCESS per il sequestro di anidride carbonica

In futuro si prevede di sequestrare l'anidride carbonica con speciali macchinari. Foto dal sito www.popularmechanics.comTra le opzioni che diversi paesi considerano per ridurre la concentrazione di anidride carbonica il sequestro del carbonio è senza dubbio una tra le maggiori. Ecco quindi nascere aziende che si specializzano nel settore. Tra queste la Global Research Technologies ha prodotto ACCESS - Atmosferic Carbon CapturE SystemS.

Grazie a questo sistema l’anidride carbonica viene filtrata e stoccata per un periodo di tempo abbastanza lungo: il gas intrappolato viene poi rilasciato utilizzano delle sostanze chimiche che si legano all’anidride carbonica e, attraverso un processo elettrolitico, si riesce ad isolare la CO2 sotto forma di gas.

Per il futuro sono in fase di studio moduli aggiuntivi in grado di trasformare il gas rilasciato dall'idrolisi in solido e, anche se la tecnologia non sarà pronta nel brevissimo termine, tra 5 anni forse si potrà vedere già qualche applicazione ma solo dopo il 2020 saranno commercializzati i primi esemplari.

Attualmente il prototipo prodotto è in grado di catturare solamente 100 kg di anidride carbonica al giorno ma in futuro ci saranno modelli in grado di sequestrare una tonnellata. Forse un po’ poco visto che negli USA nel 2006 sono state prodotte più di 7.000 milioni di tonnellate di CO2, ovvero circa 20 milioni di anidride carbonica al giorno.

Una nota negativa è che allo stato attuale il sistema non prende in considerazione fonti rinnovabili, anche se ovviamente questo sarà il passo successivo. Concludiamo con i costi decisamente fuori mercato, infatti una tonnellata di gas sequestrato può arrivare a qualche centinaia di dollari, ma le previsioni tendono a portare il prezzo sotto i 30 dollari a tonnellata (a me sembra comunque tanto).

Personalmente sono molto restio difronte a queste tecnologie, mi sembra il pannicello caldo che non cura o il cerotto antidolorifico che funziona per 12 ore. Una mano la darà anche, su questo non discuto, ma per risolvere un problema di cui sono note le cause, possibile che non si possa andare oltre la convenienza economica ed il PIL?

Via | Popular Mechanics
Foto | Popular Mechanics

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: