Toto-ministri: a chi l'ambiente e l'agricoltura?

I quattro candidati papabili ai dicasteri dell'agricoltura e dell'ambiente

Il cavaliere dice di non voler fare nomi sulla sua squadra di Governo. Intanto il gossip brucia e di indicazioni ne sono venute fuori già diverse. Da sinistra a destra nelle foto sopra ci sono: Gianni Alemanno (An), Guido Crosetto (FI), Altero Matteoli (An) e Adriana Poli Bortone (An) in lista per i ministeri dell'Agricoltura, Ambiente, Infrastrutture e Attività produttive.

L'incognita però è proprio in Gianni Alemanno già ministro per l'agricoltura nella scorsa edizione del Governo Berlusconi. Ministro amato, peraltro. Ma lui è in corsa per la poltrona di sindaco di Roma. Altero Matteoli, potrebbe essere chiamato in causa per il dicastero dell'Ambiente, carica ricoperta in passato e che gli ha regalato la nomea di "cuore di cemento". Questa volta però Berlusconi vedrebbe bene per lui anche l'interim alle Infrastrutture, giusto perché si comprenda bene che il Ponte sullo stretto "saddà ffà".

New entry, la salentina Adriana Poli Bortone, a cui potrebbe essere riservata la poltrona di Ministro per le politiche agricole visto che Berlusconi ha promesso che dei 12 dicasteri 4 saranno assegnati alle donne. Magari la Poli-Bortone ha il piglio della Fisher-Boel e forse riusciremo a farci rispettare un po' di più in area PAC. Infine per lo stesso dicastero in pole-position anche Guido Crosetto che però potrebbe essere anche alle attività produttive. Infine in queste ore è spuntato il nome di Giampaolo Dozzo (Ln) già sottosegretario nel II Governo Berlusconi alle Politiche agricole e Michela Vittoria Brambilla che potrebbe strappare il Ministero dell'Ambiente mentre Matteoli sarebbe spostato alle Politiche agricole.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO