E' primavera-Bio

Il logo di Primavera bioUn calendario fitto di appuntamenti: laboratorio del pane, corsi orto-terapia, abbinamento vino e jazz, mercatini di prodotti tipici, insomma un mese, quello che si apre oggi e fino al 18 maggio che porterà il biologico di primavera in mostra per lo stivale.
Primavera bio, giunta alla settima edizione, è l'iniziativa, voluta dall'A.I.A.B (associazione italiana agricoltura biologica) per mettere in contatto le fattorie a coltivazione biologica con i neofiti o i visitatori già esperti.

“Quest'anno la Primavera Bio acquista un significato particolare, a pochi giorni dalle elezioni, in cui ha vinto l'unico candidato che non ha firmato l'appello per un'agricoltura libera da Ogm, e in cui il tema dell'agricoltura di qualità è scomparsa dall'agenda elettorale”. Andrea Ferrante, Presidente dell'Associazione Italiana Agricoltura Biologica spiega così l'importanza della campagna a cui hanno aderito Legambiente, Libera Terra, Arci e Federparchi.

Primavera bio in questa edizione assume un valore particolare che come ricorda Anna Ciaperoni, responsabile Agricoltura Sociale di AIAB: “Abbiamo deciso di mettere al centro della manifestazione le fattorie sociali, che danno lavoro a persone svantaggiate e marginali come i disabili, gli ex carcerati e gli ex tossico dipendenti".

  • shares
  • Mail