L'agricoltura è malata? Curiamo la PAC!

Il logo della campagna:"L'agricoltura è malata?Curiamo la PAC"Con questo slogan:"L'agricoltura è malata? Curiamo la PAC" un gruppo di 7 associazioni francesi (Attac France, les amis del la terre, CRID - Centre de Recherche et d’Informations pour le Développement- CCFD - Comité Catholique contre la Faim et pour le Développement- CFSI - Comité Français pour la Solidarité Internationale-la Confédération paysanne, e la fédération Artisans du Monde et Peuples Solidaires) lancia la sua campagna di sensibilizzazione per ripensare la Politica agricola Comune a pochi mesi dal turno francese della Presidenza Ue.
Certe importazioni o esportazioni hanno un impatto negativo nei paesi del Sud del mondo: concorrenza sleale per le sovvenzioni alle esportazioni, impatto sociale e ambientale delle monoculture da esportazione. Tutto ciò nel contesto di liberalizzazione dei mercati mondiali che lasciano senza difesa i coltivatori del Sud e rendono ancora più crudele la salita dei prezzi dei prodotti alimentari e delle materie prime.
+I sintomi+
Alimentazione standardizzata, perdita di milioni di agricoltori, divisione sbilanciata dei fondi, concorrenza sleale con i paesi del sud...
+ La cura+
Chiediamo ai 27 ministri dell'agricoltura di intervenire affinché il principio di sovranità alimentare sia formalmente riconosciuto come obiettivo prioritario della PAC. Questi principi devono essere messi al servizio di un agricoltura durevole e sostenbile:
+i consumatori devono avere la possibilità di procurarsi i migliori alimenti al minor prezzo;
+gli agricoltori devono poter vivere decorosamente con i loro guadagni;
+gli agricoltori del sud del mondo non devono subire la concorrenza sleale degli esportatori europei;
+una migliore protezione dell'ambiente;
Qui trovate tutto il materiale per organizzare l'informazione e la petizione.

  • shares
  • Mail