A rischio di sterminio un milione di dromedari australiani

cammello nel desertoTempi duri per i dromedari selvatici che vivono nei deserti dell’Australia. In un report presentato recentemente dalla Commissione parlamentare sulle specie invasive, si è evidenziata la difficoltà di controllare il loro numero, che sfiora ormai il milione di esemplari, e la necessità di intraprendere azioni drastiche per riportare sotto controllo la situazione.

I motivi di preoccupazione riguardano soprattutto l’impatto sull’ecosistema, sull’ambiente e sulle proprietà rurali, soprattutto in seguito alla siccità che ha colpito il paese negli ultimi anni. Questa ha spinto gli animali assetati a concentrarsi in zone altamente popolate e a minacciare le coltivazioni, distruggere recinzioni, serbatoi e altre infrastrutture, alla ricerca disperata di acqua.

Non è la prima volta che in Australia si presenta il problema delle specie non autoctone che, non avendo predatori, si possono riprodurre a dismisura. Il caso più famoso è quello dei 24 conigli selvatici che liberati nel secolo scorso per diventare prede dei cacciatori, si moltiplicarono cosi tanto che fu necessario intraprendere una colossale compagna di abbattimento.

Ora la stessa sorte potrebbe toccare ai poveri dromedari, già esportati nel sud est asiatico per scopi alimentari, ed ora a rischio di sterminio.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail