Kit per la fitodepurazione a Terra Futura

kit per la fitodepurazione delle acque

Il kit proposto dalla Initram a Terra Futura contiene materiali ed istruzioni per montarsi una vasca di fitodepurazione delle acque di scarico domestiche. L'ideale sarebbe disporre di una zona pianeggiante dove fare lo scavo. Sul fondo viene stesa una guaina in pvc (garantita a vita) sulla quale si adagia uno strato di ghiaia, che oltre a fungere da filtro permette alle piante di radicare stabilmente.

Le piante usate sono la cannuccia di palude (Phragmites australis), il giunco e il carice. Ad impianto operativo si ottiene una superficie calpestabile o un canneto rigoglioso, gradevole alla vista e senza emissioni di cattivi odori. Se il cliente volesse utilizzare varietà locali di queste specie, è possibile farlo.

Il sistema funziona anche durante l'inverno, nonostante la parte aerea delle piante sia secca, perché sono le radici ad arieggiare i liquidi nella vasca e le radici vivono anche durante il riposo vegetativo. Quando le cannucce sono secche, le si può anche tagliare e trasformare in pellet.

Le acque grigie passano prima da un degrassatore e quelle nere dalla fossa biologica che trattiene la parte solida, quando escono dalla vasca di fitodepurazione sono puliti e possono essere usati per l'irrigazione o deviati verso corsi d'acqua esistenti.

Per una abitazione di 4 persone bastano 15 metri quadri e si spendono circa 1.300 Euro (+ IVA e trasporto in funzione della località). Una struttura con 20 persone ha bisogno di 80 metri quadri e il costo è di 3.200 Euro.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: