Nanotecnologie e nanopatologie

Nanotecnologie e nanopatologie: probabile rischio salute per la scienza dell'ultrapiccolo. Foto di ghutchisNoi di ecoblog di certo non ci stupiamo di una notizia che invece sta facendo tremare le aziende del settore: alcune nanotecnologie sono dannose per la salute creando gli stessi effetti nocivi dell'amianto. Il Project on Emerging Nanotechnology studia i problemi sanitari legati all'utilizzo delle tecnologie dell'ultrapiccolo.

Secondo gli studi delle Università di Edimburgo e Aberdeen che rientrano nel suddetto progetto, alcuni nanotubi di carbonio provocherebbero il mesotelioma se respirati in sufficienti quantità. I ricercatori sottolineano che gli studi hanno messo in evidenza questo aspetto a seguito di una iniezione diretta nei polmoni di frammenti di nanofibra.

Non è noto, tuttavia, se la formazione di tumori avvenga allo stesso modo anche tramite inalazione. Oltretutto sarebbe complesso sapere se il tumore si sia sviluppato a seguito del filamento incriminato o per altri motivi in quanto potrebbero passare anche decenni tra l'inalazione e lo sviluppo della forma tumorale.

Gli scienziati si dicono tuttavia fiduciosi in quanto hanno scoperto che i nanotubi corti ed ondulati non produrrebbero, a differenza dei filamenti lunghi e sottili, queste problematiche. Sarebbe possibile quindi rendere questa tecnologia non pericolosa per la salute, consentendo lo sviluppo delle nanoscienze, che secondo tutti ormai rappresentano il futuro della ricerca.

Via | Cordis
Foto | ghutchis

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: