Cina: nuovo disastro ambientale. Evacuate 150mila persone dal lago del sisma

Una delle dighe colpite dal terremotoDopo gli oltre 60mila morti e i 30 mila dispersi. Dopo gli ingenti danni, continua la serie di disastri ecologici e ambientali che stanno toccando la Cina e il Sichuan in questo che sarà ricordato come il "maggio nero".

Evacuate in queste ore, le operazioni stanno procedendo velocemente, 150mila persone dalla zona del lago Tangjiashan, che si è formato dopo il terremoto del 12 maggio scorso, quando una frana ha bloccato un fiume. Ora quella barriera naturale a causa della pressione dell'acqua può saltare e causare una inondazione senza precedenti. Secondo Liu Ning, chief engineer del Ministero delle risorse idriche, l'acqua contenuta nel lago corrisponde per volume, a quella di 50.000 piscine olimpioniche.

Le operazioni di soccorso, intanto, sono rallentate sia dalla pioggia che scende abbondante in questo periodo, sia dalle condizioni avverse delle zone perché colpite dal sisma. L'evacuazione però nei prossimi giorni potrebbe estendersi a tutta la gente che vive al di sotto del lago Tangjiashan e coinvolgere così un milione di persone. In tutto lo stato, a causa del terremoto, si sono costituiti naturalmente circa 30 laghi simili.

Via | BBCNews
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail