Il libro verde della Comunità Europea

L'Unione europea consuma sempre più energia e importa sempre più prodotti energetici. La produzione comunitaria è insufficiente a coprire il fabbisogno energetico dell’Unione e la dipendenza energetica dall’esterno è in continua crescita.
L’aumento brutale dei prezzi petroliferi che potrebbe intralciare la ripresa dell’economia europea a seguito della triplicazione del prezzo del greggio, registrata dal marzo 1999, rivela una volta di più le debolezze strutturali dell’approvvigionamento energetico dell’Unione europea, ossia il crescente tasso di dipendenza energetica dell’Europa, il ruolo determinante del petrolio per i prezzi dell’energia e i risultati deludenti delle politiche di controllo del consumo. L’Unione europea non potrà affrancarsi dalla sua crescente dipendenza energetica senza una politica energetica attiva.

[continua su Eco dalle Città]

  • shares
  • Mail