Scrittori per le foreste

Scrittori per le foreste140.000 chilometri quadri di foresta tropicale scompaiono ogni anno e l'industria dell’editoria ha delle responsabilità precise in proposito. La richiesta fatta alle aziende dagli scrittori è quindi quella di spostare tutta o parte della loro produzione su carta riciclata o su carta certificata Forest Stewardship Council - FSC
Greenpeace sta infatti contattando in tutto il mondo scrittori sensibili al problema della deforestazione, invitandoli a farsi portavoce, presso le proprie case editrici, della necessità di arginare il fenomeno della distruzione delle foreste.

Ora anche gli scrittori italiani si mobilitano. Molti di loro, stanno aderendo al progetto di Greenpeace e stanno contattando le case editrici chiedendo di stampare il loro prossimo libro su carta riciclata o certificata FSC. Lo scorso anno lo scrittore collettivo Wu Ming ha bloccato le rotative che stavano mandando in stampa il suo libro affinché venisse stampato su carta amica delle foreste.
Qualcosa, come segnalato in un post precedente, si sta muovendo.

Link:
Progetto scrittore Greeneace

FSC Italia

Harry Potter salva le foreste primarie

  • shares
  • Mail