Inghilterra: legge anti-NIMBY contro le proteste per le grandi opere

Pericolo democrazia, in Inghilterra si vogliono vietare le proteste. Foto di shalomForse l'argomento di oggi risulterà meno ecologico rispetto ai nostri standard, comunque lo ritengo un tema importante. In Inghilterra sta per essere approvata una legge che vieta le manifestazioni contro le grandi opere che "servono" al paese. Potrebbe essere definita una legge anti-NIMBY, la "sindrome" che noi italiani oramai conosciamo benissimo e che ha visto un ritorno dei cittadini nella vita politica e sociale come da tempo non accadeva.

Torniamo in Inghilterra per spiegare quello che accadrà con questa legge: fino ad ora il cittadino poteva denunciare il governo per far modificare in parte o del tutto il progetto. Questo ovviamente richiede del tempo, il che scoraggia la realizzazione dell'opera e spesso la evita. Bene. Ora tutto questo non sarà più possibile o meglio sarà inutile in quanto il Governo non dovrà più dare spiegazioni a chi, di punto in bianco si trova una linea dell'alta velocità (Network Rail) accanto a casa.

Ovviamente la democrazia in questi casi viene totalmente bypassata, ed altrettanto ovviamente se lo fa la democratica Inghilterra vedremo riproporre questa legge in una serie di altri paesi (si apre il toto-scommesse su chi sarà il primo, ma alcuni sospetti a me sorgono già). Possibile che ci si trovi in una situazione così critica dal punto di vista politico e democratico da dover ricorrere a sistemi "barbari"? E se così fosse, quale sarebbe il motivo di tutto questo persistere contro le scelte dei cittadini? Il Pil?! Ancora lui?

Via | LaStampa
Foto | shalom

  • shares
  • +1
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: