Polo Sud: record del freddo, -48,8 gradi e il pack cresce del 29%

Il Polo Sud

Se secondo le ultime rilevazioni il Polo Nord rischia di fondersi al Polo Sud si registrano temperature record. Ovviamente verso il basso. Il 26 giugno i termometri hanno registrato -48,8 °C. Riferisce Meteogiornale che nella base inglese Halley il 20 giugno sono stati toccati i -49,7 °C e che le temperature hanno iniziato a risalire dal 25 giugno, mentre tra l'1 - 24 giugno, la media è stata di -31,9 °C attestando un valore piuttosto basso.

Come risultato di queste temperature basse c'è l'estensione record della banchisa che a marzo 2008 tocca i 5.5 milioni di chilometri quadrati e supera il record di 14 anni fa (sebbene marzo con febbraio sia in genere il mese che registra la minore estensione del pack) cresciuto del 29%.

L'anomalia di estensione registrata dai satelliti è iniziata già nel dicembre 2007, superando di mese in mese quasi il milione di chilometri quadrati:dicembre +14% (11.1 milioni); gennaio +34% (6.8 milioni); febbraio +27% (3.7 milioni); marzo +29% (5.5 milioni) arrivando ad un surplus di ghiaccio del 26%.

Secondo 3bmeteo alla base di una così eccezionale crescita potrebbe aver contribuito la Nina con un intensa attività sul Pacifico tropicale meridionale e la diminuzione dell'attività solare. La Nina mantiene basse le temperature superficiali dell'oceano e la scarsa attività solare influenzerebbe la Nina, tenendo fredde le acque, cosicché le temperature restano basse. Una conseguenza sull'inverno australe potrebbe manifestarsi con temperature più basse rispetto alla norma e dunque spingere masse di aria fredda verso le latitudini più centrali.

  • shares
  • +1
  • Mail