La turbina a spirale

La turbina a spirale permette una grande efficienza nei piccoli corsi d'acqua.Dal 2001, un gruppo di ricerca universitario coordinato dal Prof. Hiroshi Takimoto dell'Università di Toyama sta mettendo a punto una microturbina a spirale per la generazione di energia elettrica. La turbina a spirale è stata inventata da un fabbro nella città di Tonami, all’inizio del XX secolo. Grazie alla sua efficienza la turbina si diffuse nel Giappone prebellico e divenne un’importante fonte di energia per la trebbiatura ed il trattamento della paglia. Le turbine ad acqua, tuttavia, diminuirono radicalmente nel dopoguerra a causa della meccanizzazione dell'agricoltura.

La turbina a spirale sviluppata dall’equipe di Takimoto ha un’efficienza di circa il 60 %. Rispetto alle turbine idroelettriche convenzionali, come quelle immerse, che raggiungono il 10 - 30 %, la turbina a spirale è, dunque, molto più efficiente ed ha un ottimo potenziale per le applicazioni più svariate. Il gruppo di ricerca mira a raggiungere un’efficienza dell’80 %, simile a quella delle moderne turbine idrauliche.

Al contrario delle turbine convenzionali, la nuova turbina permette la generazione di idroelettricità con flussi e dislivelli minimi e si adatta a molti corsi d’acqua minori, finora inutilizzati. L’equipe pensa di utilizzare il sistema per la micro produzione di energia per l’illuminazione stradale, le comunicazioni, i sistemi di emergenza in caso di calamità naturali ed i sistemi di irrigazione automatici in agricoltura.

Via | Japan for Sustainability
Foto| Japan for Sustainability

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: