Incidente nucleare a Tricastin, acqua contaminata nei fiumi

Nucleare Ieri, a Tricastin, noto sito nucleare del sud della Francia è avvenuto il peggio: 30 metri cubi di acque contaminate da 12 grammi di uranio per litro sono stati accidentalmente scaricati nelle acque dei fiumi circostanti. Anche se il rischio per la popolazione è stato definito "debole" dalle autorità di sicurezza nucleare solo una parte della soluzione è stata recuperata, mentre il resto si è diluito nei fiumi. Non ci dovrebbero esser conseguenze per le falde acquifere circostanti.

Per ragioni di sicurezza nei comuni di Bollene, Lamotte-du-Rhone e Lapalud è stato imposto il divieto di consumo d'acqua potabile da captazioni private: non solo a scopo precauzionale è vietato anche irrigare con le acque dei fiumi di La Gaffire e L'Auzon, così come è vietata l'attività di pesca ed il consumo di pesce. Stessa sorte per tutte le altre attività nautiche e la balneazione.

La centrale è gestita dal gruppo Areva e lo scarico è avvenuto in seguito ad un'operazione di pulizia di una cisterna presso lo stabilmento Socatri. Gille Salgas, portavoce dell'azienda, ha definito il livello di preoccupazione a 1, su una scala per incidenti nucleari da 0 a 7, anche se è la prima volta che succede un incidente del genere.

Via | Il Messaggero.it

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 115 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO