Scoperta a Scilla la più grande foresta di corallo nero

Scritto da: -

Corallo nero La più grande foresta al mondo di corallo nero composta da circa 30mila colonie ad una profondità tra i 50 e i 110 metri, si trova nel mare di Calabria, nei fondali di Scilla e la scoperta ha creato entusiami un po’ in tutto il mondo scentifico.

Infatti, mentre nel resto del mondo i coralli rischiano di scomparire a causa dei cambiamenti climatici, in Calabria sembrano aver trovato un habitat ideale.

La scoperta è emersa dopo un monitoraggio legato al progetto di ricerca sulla biodiversità marina ad opera degli studiosi dell’ Ispra -Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ex Icram) mentre i fondali sono stati sondati grazie a “Rov”, un robot sottomarino in grado di eseguire analisi, foto e video.

Accanto alle colonie di corallo nero sono state osservate, gorgonie, alcionari, pennatulacei e pesci rarissimi, molti dei quali mai osservati nel loro ambiente naturale. Rov proseguirà il suo lavoro fino a tutto il 2010 e la speranza è quella di individuare altre specie rare.

Sempre in Calabria, nel Golfo di Lamezia, a circa 150 metri di profondità, è stata scoperta un’altra colonia di corallo nero, rarissima, la “Antipathes dicotoma”, il cui ultimo esemplare fu rinvenuto nel Golfo di Napoli nel 1946 e donato al Museo dell’Università di Harvard.

Via | Reggiotv
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 30 voti.