Palermo, l'SMS che annuncia un terremoto è una vergognosa bufala

un sms bufala che annuncia un terremoto,  sta diffondendo il panico a Palermo Occhio ai buontemponi che in queste ore fanno girare un sms vergognoso, una stupida catena di sant'antonio che dice, come riporta Rosalio:

ALLARME TERREMOTO IN SICILIA: Ragazzi oggi ha parlato lo scienziato quello K aveva previsto il terremoto in abruzzo, mercoledì E previsto il terremoto in tutta la sicilia, ma l’epicentro parte da palermo perciò il più forte sarà a palermo…Ha avvisato i cittadini siciliani di evadere dalle casee di non fare la stessa fine degli abruzzesi come topi schiacciati perciò cercate di inviare questo sms a tutti e mettere in salvo la vita del prossimo.

Lo sconcertante e falso appello si era avuto nei giorni scorsi anche a Catania, ma ovviamente non è vero! Non c'è nessun terremoto in arrivo e nessuno ha previsto nulla. Ma la psicosi e il panico si sa si possono diffondere velocemente tanto che oggi, come riferisce Rosalio Blog, alcuni genitori di Terrasini sono andati a riprendere i figli a scuola.

Lo scienziato a cui fa riferimento l'sms è Gioacchino Giuliani di cui Ecoblog aveva parlato in tempi non sospetti. E' da chiarire che tutta la comunità scientifica sostiene che non sia possibile prevedere i terremoti mentre per Giuliani, in base alle sue osservazioni sul radon, questa possibilità esiste. Per ora le sue ricerche non sono state ancora accreditate dal mondo scientifico. Intanto i terremoti non si possono ancora prevedere e noi speriamo che la Polizia Postale intervenga quanto prima nel risalire agli autori di questo vergognoso appello.

In ogni caso ecco cosa fare in caso di terremoto. Dopo il salto la lista dei consigli della Protezione civile.

1. Ripararsi sotto il vano della porta;
2. Ripararsi sotto un tavolo o una scivania; stare lontani da finestre e mobili pesanti;
3. Se si è in auto evitare di sostare presso ponti, terreni franosi, spiagge o fiumi;
4. Se si è all'aperto allontanarsi da costruzioni e linee elettriche;
5. Non usare, durante la scossa, le scale o l'ascensore, sono la parte più debole dell'edificio;

Dopo il terremoto la Protezione Civile consiglia di uscire con calma e raggiungere i punti di aggregazione, di non muovere i feriti, di non andare in giro a curiosare.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: