Dagli USA le 7 regole per vacanze verdi

In America spopolano le regole per diventare più “verdi” nella propria vita quotidiana e non potevano mancare quelle per le vacanze ambientaliste. In questo caso i consigli ecocompatibili sono sette, e arrivano da Christopher Pyle, un signore che si occupa di rafting.


  • Un’ottima idea è quella di non viaggiare in carovane di automobili, magari con dentro una o due persone, ma di fare per quanto possibile carpooling, condividendo poche macchine piene. Se si è in molti, poi, Pyle consiglia di noleggiare un pullman: una ricetta che andrebbe bene anche in Italia, non a caso il secondo paese al mondo (dopo gli USA) come percentuale di veicoli circolanti.
  • Utilizzare per i propri barbecue dei fornelli a propano o altri gas, evitando di usare la carbonella, che inquina l’aria e lascia residui di sporcizia anche nel cibo. Carbonella al bando, quindi.

  • Visto che si devono quasi sempre usare delle creme solari per proteggersi dalle scottature, bisogna stare attenti alle sostanze che vi sono contenute, evitando ad esempio canfora al 4-Metilbenzilidene, cinnamati, benzofenoni, esteri dell'acido paraaminobenzoico (PABA), dibenzoilmetani, zinc oxide e titanium dioxide. Questi rovinano le barriere coralline, sbiancando e rovinando il corallo.
  • Usare mute, giubbotti e altre attrezzature per gli sport acquatici che siano ecocompatibili, evitando tutto ciò che possa lasciare un residuo nell’acqua o comunque nell’ambiente circostante.
  • Comprare cibi locali e biologici. Se sono del posto, significa che hanno viaggiato meno e quindi hanno un impatto meno pesante sull’ambiente. Visto che non devono durare per troppo tempo, spesso i prodotti usati per conservarli sono meno dannosi per l’ambiente. Anche questo è un tasto dolente per tanti vacanzieri italiani, abituati a mangiare pastasciutta anche agli antipodi.
  • Pyle ovviamente consiglia di fare degli sport, durante la vacanza, che rispettino l’ambiente. Uno di questi è ovviamente proprio il rafting, la discesa in canoa lungo torrenti e rapide, che si fa con un gommone inaffondabile e autosvuotante (il raft, appunto), quindi senza motore e senza emissioni in atmosfera.
  • Non utilizzare una bottiglia di plastica per bere sulla spiaggia, durante le escursioni o lo sport, ma passare a contenitori riutilizzabili, come quelli in metallo o vetro. Ci sono aziende che ormai le producono in modo tale da renderle veri oggetti di design, come ad esempio la Love Bottle.

Via | Submitarticlesfree
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: