In volo, d'aliante, sulle rinnovabili in Italia

Safari sulle rinnovabili

Parlare e raccontare delle rinnovabili ad un paese, il nostro, scettico in proposito. Ma come? Con un Safari, speciale da 2100 Km, su aliante, che ripercorra tutti gli impianti presenti sul nostro territorio e ne faccia ammirare la bellezza che si sposa con la tutela ambientale.

La prima tappa, da Calcinate a Rieti, è partita proprio nei giorni scorsi e l'idea è nata a ridosso del Global Wind Day ed è divenuto un vero progetto con tanto di diario di bordo e fotografie che sfocerà in un DVD dove saranno raccolte le più belle immagini.

Le altre tappe visitate sono state a Foggia, Scalea, Crotone e Grumentum.

Safari sulle rinnovabili
Safari sulle rinnovabili Safari sulle rinnovabili

Si legge nel sito nitrogliding:

Partendo dal vento, che offre lo spunto primario, ma allargandoci poi su tutte le altre fonti, abbiamo progettato un tour dei più begli impianti d’Italia: centrali idroelettriche, parchi eolici, installazioni fotovoltaiche, tutto visto e immortalato dai protagonisti di un volo alimentato dalle stesse fonti energetiche. Un vero e proprio Safari attraverso l’Italia a bordo di un aliante che racconti le rinnovabili nel nostro Paese, perché le rinnovabili sono vita e sono destinate ad essere sempre più parte della nostra quotidianità.

Il progetto è organizzato da APER – Associazione Produttori Energia da fonti Rinnovabili – e sponsorizzato da Asja Ambiente Italia, Fattorie del Vento, International Power, Maestrale Green Energy e Unendo Energia.

Ed ecco un estratto dal Diario di Bordo, della prima giornata di volo tenuta lunedì 11 maggio da Rieti a Foggia:

E’ una sorpresa trovare in questo mare di vento e di ascendenze per noi vitali non solo l’eolico ma ben due impianti fotovoltaici. In questa giornata di sole e vento, non poteva che essere così. E proseguiamo fino ad Alberona, dove incontriamo ancora molti altri parchi eolici che filmiamo e fotografiamo in una particolarissima situazione atmosferica di confluenza di venti dall’Adriatico e dall’Appennino che ci spingono su senza che noi si debba faticare. A quel punto, vicini alle zone di controllo del traffico aereo di Foggia e di Amenola, ci concediamo una “pausa”: una bellissima (e forse unica?) deviazione fino al mare (e per mare si tratta dell'Adriatico sotto di noi) con le isole Tremiti in vista e a pochi chilometri da noi. Bravissimi i controllori di Amendola che ci hanno aperto il loro spazio aereo nonostante avessero alcuni aerei in atterraggio a Foggia.


Di seguito le restanti tappe:
Giovedì 14 maggio: Grumentum (Pz) - Aquino (Fr)
Venerdì 15 maggio: Aquino (Fr) - Borgo San Lorenzo (Fi)
Sabato 16 maggio: Borgo San Lorenzo - Caiolo (So)
Domenica 17 maggio: Caiolo (So)- Calcinate (Va)

Via | APER
Foto | per gentile concessione di APER

  • shares
  • +1
  • Mail