Berlusconi: " A Napoli solo immondizia elettorale" (ma la TARSU aumenta del 60%). E Striscia denuncia la terra dei fuochi

Striscia ritorna nella Terra dei fuochi e denuncia la presenza di rifiuti di ogni genere sul territorio campano, tra le province di Napoli e Caserta. Si badi bene che non si tratta di rifiuti urbani ma di sversamenti illegali, fatti di rifiuti speciali, tra cui eternit, che vengono poi bruciati. Il tutto accade, come spiega Luca Abete, nell'indifferenza generale di amministratori e forze dell'ordine.

Intanto, a proposito della polemica sui rifiuti, come documentato più volte presenti a Napoli, il Premier Berlusconi ha tenuto a sottolineare che si tratta di "immondizia elettorale".

Ha spiegato, come riporta Il Mattino, che:

Ho visto sui giornali nuove foto di Napoli con le strade sporche di sacchetti di immondizia. Devo dirvi che sono sacchetti di immondizia elettorale, o rifiuti che non hanno a che vedere con lo smaltimento. È immondizia elettorale, quelle foto o sono di situazioni locali di Comuni che non raccolgono immondizia o sono solo sacchetti di immondizia elettorale.

A Palazzo San Giacomo conoscono bene il problema e lo attribuiscono alla mancanza di soldi. Come ha detto a Il Mattino, l'Assessore Giacomelli:

Il problema lo conosciamo, ma in campo stiamo mettendo tanto impegno. Nella consapevolezza che anche Asìa deve concorrere alla riduzione dei costi. In questo senso abbiamo dovuto ridurre lo straordinario di qui qualche problema nel servizio.

Intanto ai napoletani è stata aumentata la TARSU del 60%.

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: