Lo smog fa male al cuore


Lo smog fa male, e questo si sapeva, ma la novità è che fa male in particolare a chi soffre di cuore. E’ il risultato di uno studio condotto dall’equipe di ricercatori guidata dal professor Marcello Lotti, del Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica dell'Università di Padova, che ha valutato i rischi a breve termine dell'esposizione alle poveri sottili in persone affette da asma o cardiopatie.

La ricerca ha guadagnato le pagine del prestigioso “European Heart Journal”, spiegando i problemi creati dalle polveri ultrafini alle persone che soffrono di asma e problemi di cuore. I risultati hanno evidenziato come per gli asmatici non vi sia alcun peggioramento della malattia, se non una percezione individuale della stessa in maniera più acuta. Diversa la situazione per i cardiopatici: l'esposizione alle polvere sottili comporta una ridotta variabilità della frequenza cardiaca e, di conseguenza, un maggiore rischio di malattia coronarica.

Il professor Lotti ha spiegato che:

In collaborazione con il Politecnico di Milano si è creata una camera di esposizione alle polveri sottili e alle nanoparticelle. Questo ambiente permette di confrontare i diversi effetti sulla salute delle polveri ultrafini, derivate dall'inquinamento urbano, e delle nanoparticelle artificiali.

Via | European Heart Journal
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: