La Metro di Roma si schiera dalla parte delle foreste


Metro S.p.A., la società che gestisce la metropolitana di Roma, si impegna formalmente a diventare "amica delle foreste", a meno di tre mesi dal lancio dell'inchiesta di Greenpeace "Anatomia di un crimine", su un carico di legname tagliato illegalmente in Liberia che rischiava di essere utilizzato per la manutenzione della metropolitana di Roma.

Con una lettera inviata a Greenpeace, Fsc Italia e al Ministero dell'Ambiente, l'amministratore delegato di Metro, Antonio Marzia, rende noto che negli acquisti lignei (come traverse ferroviarie e legnami di armamento, mobili ed arredi) la società richieda sistematicamente prodotti certificati Fsc (Forest Stewardship Council) e che analoga certificazione sarà richiesta nell'acquisto del 50% della carta per fotocopie, mentre il restante 50 sarà carta riciclata.

Lo scorso marzo alcuni attivisti avevano srotolato un enorme striscione alla stazione metro del Colosseo a Roma con il messaggio "African forest destruction sponsored by Metro", mentre al porto di Ravenna un altro gruppo marchiava il legname incriminato e si incatenava ai tronchi, chiedendo l'intervento del Corpo Forestale dello Stato e dell'ente certificatore Fsc.

Via | GreenMe
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: