Saturno, le tracce di sodio sulla luna Encelado annunciano un oceano d'acqua?

Encelado, nel sottosuolo c'è acqua?
Nature ha da poche ore pubblicato la notizia che che tracce di sodio su Encelado una delle lune di Saturno, farebbero pensare alla presenza consistente di acqua. Ma contemporaneamente pubblica un altro articolo che ne smentisce la possibilità.

Secondo Frank Postberg ricercatore presso dell'Istituto Max Planck di Fisica Nucleare a Heidelberg, in Germania (lo scienziato che propende per la possibilità della presenza di acqua su Encelado grazie all'analisi dei dati pubblicati su Nature e rilevati dalla Sonda Cassini nel 2005) da quello che sembra un geyser al polo sud della luna di Saturno, uscirebbero chicchi di ghiaccio formati grazie all'acqua presente appena sotto il suolo, il che sembrerebbe promettere possibilità di scoperte rispetto a forme di vita extraterrestri.

Encelado, nel sottosuolo c'è acqua? Encelado, nel sottosuolo c'è acqua? Encelado, nel sottosuolo c'è acqua?

Ha detto Frank Postberg presso che ha analizzato le polveri cosmiche derivate dalle emissioni del geyser:

Crediamo che vi siano sali nelle profondità di Encedalo e che siano sparati fuori grazie alla presenza di un liquido. Le nostre misurazioni ci fanno supporre che, oltre al sale, i chicchi contengano anche carbonati di sodio. Entrambe le componenti sono in concentrazioni che corrispondono ad una possibile presenza di un oceano nlle viscere di Encedalo.Il carbonato fornisce un valore di pH leggermente alcalino. Se il liquido di origine è un oceano, potrebbe fornire un ambiente adatto per la formazione dei precursori della vita".

Arrivando alla conclusione che quel liquido debba essere acqua perché è l'unica sostanza in grado di sciogliere la notevole quantità di sali rilevata.

Tuttavia, in un secondo studio pubblicato sempre su Nature, i ricercatori guidati da Nicholas Schneider del Laboratorio di fisica spaziale e atmosferica del centro di ricerca di Boulder in Colorado (Usa) non hanno osservato una presenza sufficiente di sali che dimostri la possibile presenza di acqua. Il gruppo di ricerca ha preso atto che la presenza di sodio è in quantità minori rispetto a quella presente in altri corpi planetari che non hanno presenza di acqua. Sostengono che, se il pennacchio di vapore dovesse provenire da un acqua simil-marina allora l'evaporazione sarebbe dovuta avvenire più in profondità e non come una violenta eruzione di un gayser nello spazio.

Determinare ora la natura e l'origine del materiale del pennacchio sarà una priorità per la Cassini durante la sua visita estesa nella missione Cassini Equinox.

Encelado, nel sottosuolo c'è acqua?

Encelado, nel sottosuolo c'è acqua? Encelado, nel sottosuolo c'è acqua? Encelado, nel sottosuolo c'è acqua?

Via | NASA, Nature
Foto | Courtesy NASA

  • shares
  • Mail