La Valle d’Aosta dice no al termovalorizzatore e punta sul Cdr


La Regione autonoma Valle d'Aosta cambia strategia in materia di gestione dei rifiuti. Abbandonata l'ipotesi di costruzione di un termovalorizzatore, si punta sulla valorizzazione energetica dell'immondizia.

L'idea è di realizzare un impianto di pretrattamento dei rifiuti che sperimenti tecnologie innovative in grado di produrre Cdr (combustibile da rifiuti) di qualità, utilizzabile per generare energia a basso impatto ambientale e per alimentare impianti di teleriscaldamento o di cogenerazione.

L’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Manuela Zublena, ha spiegato:

La decisione sullo sfruttamento del Cdr scaturisce da studi e valutazioni approfondite, avviati già dalla precedente Giunta, che ci hanno portato a formalizzare la scelta che privilegia la via della sperimentazione di tecnologie più innovative per il trattamento dei rifiuti.

Via | Aosta Sera
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO