Migliorare il servizio veterinario: due nuove proposte

Proposte di legge per migliorare il servizio veterinario. Foto di Jeffrey BeallDue le proposte che renderanno contenti tutti i possessori di animali domestici, una ad opera della Provincia di Firenze ed un'altra da parte di Roberto Cassinelli, deputato Pdl. Per cani, gatti e tutti gli animali domestici, la Provincia di Firenze ha in progetto di rendere mutuabili le spese per il cucciolo di casa riducendo così gli oneri a carico di chi si deve sobbarcare le spese per il proprio "famigliare a 4 zampe".

La proposta del deputato del Pdl invece mira ad aumentare lo standard qualitativo del servizio veterinario in quanto spesso si sente parlare di "malasanità animale". Cassinelli prevede una proposta di legge che dia «più rispetto per i nostri amici animali» attraverso 5 punti: obbligo di una strumentazione minima, obbligo di refertazione scritta, obbligo di soccorrere gli animali con la previsione di reato di omissione di soccorso e reperibilità 24h su 24, introduzione dei pronto soccorso specifici.

Ovviamente, come accade sempre, bisogna stare attenti a non fare di tutta un'erba un fascio, molti veterinari praticano già certi principi e la professionalità è indiscussa. Questa proposta andrebbe a colmare ed a standardizzare quelle situazioni in cui il servizio è carente ponendo maggiori responsabilità al medico veterinario.

Sappiamo tutti che gli animali domestici sono un aiuto fondamentale per le persone anziane, le aiutano a non sentirsi sole e senza dubbio rappresentano uno stimolo. Gli effetti positivi di un animale domestico sono noti ed ampiamente riconosciuti. Quello su cui però io mi interrogo è se sia giusto o meno accollare sulle spalle dei contribuenti (anche di quelli che non possono o non vogliono tenerli) delle spese sanitarie.

A mio avviso non è giusto, l'animale domestico non può diventare un diritto. Che le persone siano (o si sentano) sole è un problema sociale e far finta che degli animali possano sollevare moralmente la comunità dalle sue responsabilità lo trovo alienante. Capisco tutti i difetti ed i limiti di questo pensiero, quindi chiedo a voi le vostre opinioni (cercate solo di non saltarmi alla giugulare).

Via | greenreport, LaStampa
Foto | Jeffrey Beall

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: