Pescara è malata d'inquinamento acustico

pescara inquinamento acustico

La città di Pescara è malata di inquinamento acustico, secondo i dati rilasciati da una ricerca dell'Agenzia regionale per la Tutela dell'ambiente, sulla base dei quali il WWF Abruzzo ha chiesto chiarimenti alle autorità competenti.

Dal dossier emergono notevoli criticità per quanto riguarda i livelli di rumore della città di Pescara, soprattutto per alcuni siti particolarmente sensibili, quali il Liceo Classico di via Firenze, il Conservatorio, l'Università, l'Ospedale Civile. In tutti questi siti i livelli di inquinamento acustico superano abbondantemente i limiti imposti dalle norme.

I dati superano anche i limiti di inquinamento suggeriti dall'OMS per le ore notturne, mettendo a rischio le ore di riposo degli abitanti, con conseguenze sulla salute e sul sistema cognitivo.

I numeri del 2009 confermano i dati sull'elevato livello di inquinamento acustico già registrati nel 2004, senza che nessuno, in questi 5 anni, abbia preso decisioni in materia di sicurezza e prevenzione. Per questo il WWF Abruzzo ha chiesto al sindaco di Pescara di provvedimenti per la regolamentazione del traffico, come l'aumento di piste ciclabili, la creazione di corsie preferenziali per i mezzi pubblici, progetti di car sharing, perchè è proprio il traffico cittadino che crea la situazione di rumore di cui è malata Pescara.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail