Qualità dell'acqua potabile: a Ferrara, Lecce e Reggio Calabria situazioni critiche

qaulitÃ�  acqua cittÃ�  italianeL'ultimo rapporto di Altroconsumo ha censito 35 città italiane sulla qualità dell'acqua potabile e in fondo alla classifica si sono piazzate a pari merito al penultimo posto Ferrara e Lecce, all'ultimo Reggio Calabria.

Ferrara è preoccupata, perché la qualità della sua acqua, definita buona nei controlli del 1998 e del 2003, è definita mediocre secondo i dati del 2009. A Lecce, alla qualità dell'acqua non proprio ottima, si aggiunge il prezzo della bolletta, che si aggira intorno ai 300 euro e costa ad una famiglia salentina quasi quanto alla carissima Firenze, e quasi il triplo di una famiglia di Milano.

In generale l'acqua delle città appare abbastanza buona, eccellente a Potenza e a Campobasso, bocciata soltanto a Reggio Calabria, per la presenza si sale oltre i limiti consentiti dalla legge. Ad ogni modo, queste sono le conclusioni riportate dal report di Altroconsumo sulla qualità dell'acqua nelle città italiane e sull'importanza di bere l'acqua del rubinetto invece di quella in bottiglia, che è il più grande nemico dell'ambiente:

I risultati dell'inchiesta che abbiamo realizzato nei capoluoghi di regione e provincia in giro per lo Stivale (isole comprese) sono cristallini. Non bere l'acqua di casa significa rinunciare a un prodotto buono, equilibrato perché oligominerale e super-economico: costa 250 volte meno che l'acqua griffata e venduta in bottiglia.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: