La tragedia di Haiti si sarebbe potuta evitare?

Scritto da: -

Le zone colpite dal terremoto di Haiti e le faglie coinvolte

Il terremoto di Haiti, avvenuto nella giornata di ieri, sta offrendo al mondo intero uno spettacolo apocalittico con un bollettino delle vittime in costante aumento. Le ultime notizie ci informano che i morti potrebbero arrivare a circa mezzo milione. In alto nella foto della NASA i punti colpiti dal sisma e dalle scosse di assestamento, rappresentati dai cerchietti neri e in rosso le faglie.

La domanda è la seguente: ma un simile scempio di così enormi dimensioni poteva essere evitato? Per capirci, gli esperti possono avvertire di un imminente terremoto nello stesso modo che un meteorologo prevede una tempesta di ore o addirittura di giorni?

Convergono i migliori esperti del mondo nel dire che, con le conoscenze attuali, si è appena in grado di calcolare con buona approssimazione dove la scossa si verificherà nel lungo termine, tuttavia, nonostante i progressi in sismologia, gli effetti rimangono imprevedibili. L’unico modo certo per evitare danni così ingenti è quello di costruire gli edifici in modo sicuro ed evitare lo sviluppo urbano in zone potenzialmente ritenute a rischio.

Ma questa è storia vecchia. L’aspetto della sicurezza infatti viene spesso disatteso dai Paesi più industrializzati (Italia in primis), figuriamoci in realtà sottosviluppate quali quella di Haiti.

Se si aggiunge che, allo stato attuale, non esiste alcun metodo per individuare dove e quando si verificherà un terremoto a causa del suo comportamento non lineare e piuttosto caotico, ecco spiegate tragedie immani quali quella di Haiti. Intanto c’è però da rimboccarsi le maniche e a tal proposito apprendiamo che sta iniziando da parte di tutti gli Stati del mondo la corsa alla solidarietà.

La Banca Mondiale in primis ha già messo sul piatto 300 milioni di dollari. Attendiamoci novità a breve, nella speranza ovviamente che il bollettino delle vittime possa essere meno catastrofico di quello che ci viene riportato in queste ultime ore.

Via | Elmundo.es
Foto | NASA

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su La tragedia di Haiti si sarebbe potuta evitare?

    Posted by: Il Conte Ignoto

    Quindi la risposta alla domanda posta nel titolo è fondamentalmente "no", risposta sintetica che, per l'ennesima volta, gli "articolisti" non si degnano di dare. Altro titolone da rivista per parrucchiere che rischia di dare il la a polemiche gratuite. Tutto il network "blogo" fa progressi, vedo, nonostante la grandinata di critiche quotidiane. Altro blog rimosso dai feed. Cineblog rimosso mesi fa (blog in cui scrive un cafone maleducato e pure illetterato, ma non faccio nomi - chi legge capirà), downloadblog rimosso due settimane fa (per il totale sprezzo dei suggerimenti dei lettori), voi oggi. Rimane solo Autoblog, basta non leggere i commenti. E lo dico con rammarico, visto che due anni fa, alla nascita del presente blog, il sottoscritto collaborava anche come articolista con gli storici Lumachina, Brizio e colleghi. Tutto questo perché? Per il totale disinteresse verso il miglioramento e la perdurante passività dei blogger, unite ad un dilettantismo che fa spavento. Sia chiaro Simone, non me la prendo con te: hai una buona dialettica, scrivi anche articoli interessanti, ma spesso mi cadi su regole fondamentali alla stesura di un buon articolo. Me la prendo soprattutto con gli altri blogger, troppo approssimativi, troppo. E la cosa che più mi fa girare le palle è che nei blogger io credo, proprio perché ho smesso di dar fiducia ai canali di informazione ufficiali, ormai consumati da un cancro che si estende in ogni direzione, che priva della vita tutto ciò che sfiora. E' un peccato, l'informazione è in mano a voi, state sprecando un'occasione che non si ripeterà. Il Conte Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su La tragedia di Haiti si sarebbe potuta evitare?

    Posted by:

    siamo troppi su questo pianeta, troppe persone che vanno ad abitare ovunque Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su La tragedia di Haiti si sarebbe potuta evitare?

    Posted by: marta7

    i terremoti si possono evitare? NO. come anche l'attività vulcanica. bisogna accettare la realtà: siamo noi a doverci adeguare ai meccanismi della terra e non viceversa. avere il buonsenso di non costruire alle pendici di un vulcano, e costruire secondo criteri antisismici nelle zone sismiche. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su La tragedia di Haiti si sarebbe potuta evitare?

    Posted by: simonemuscas

    Conte Ignoto: accetto la tua critica e la giudico positiva. Vorrei che comunque sapessi che il mio lavoro cerco di portarlo avanti col massimo del mio impegno e soprattutto seguendo quella che è la mia visione delle cose. Se il mio articolo non ti piace è giusto che ne evidenzi i limiti e magari anche le soluzioni, però se mi è concesso, ti invito a non smettere di leggere Ecoblog ed anzi spero possa continuare ad interloquire in questo modo affinché attraverso posizioni quali la tua si possa arrivare ad un livello di informazione sempre più alto. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su La tragedia di Haiti si sarebbe potuta evitare?

    Posted by:

    OT: Non per prendermela coi redattori di Ecoblog, ma il Conte ha un po' ragione; negli ultimi mesi mi sembra che il livello del circuito blogo sia un po' calato. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su La tragedia di Haiti si sarebbe potuta evitare?

    Posted by:

    IT: No, e mi pare che insistere su questo argomento sia una menata galattica, fatta in malafede per attirare i lettori amanti della cospirazione o della polemica. OT: Il Conte Ignoto, purtroppo il fenomeno "blog" non si puo' discutere facilmente in un post, ma "blogger" non fa rima con giornalista o informazione. Ne' con "professionalita'". Consiglio di cercare la rima fra "passione politica/ideologica" o "mania di protagonismo". Naturalmente sono cose che abbiamo tutti, ma sono anche cose che chi vorrebbe fare vera INFORMAZIONE dovrebbe cercare di sedare. Scritto il Date —