Conigli in un cassonetto: a Firenze, l'ombra del voodoo

Due conigli nani sono stati trovati in una scatola di cartone, accuratamente sigillata, all'interno di un cassonetto, a Firenze, nella giornata di ieri. Si trattava di un maschio e una femmina, in ipotermia, legati tra loro, e impediti nei movimenti da una dozzina di uova di gallina.

La notizia, in sè, sarebbe tristemente banale e simile alle centinaia di casi di abbandono di cuccioli - indifferentemente di cane o gatto - che purtroppo avvengono ogni anno nel nostro Paese, se non fosse per l'ombra del rituale magico che si allunga dietro la vicenda e che ci lascia piombare tutti in un oscurantismo quasi medievale. Uova e conigli, infatti, sono da sempre i simboli della fertilità e, pertanto, un intervento "magico" di questo tipo pare finalizzato a favorirla o, all'opposto, a danneggiarla all'interno di una specifica coppia umana...

Questi timori, poi, paiono ulteriormente rafforzati e giustificati dal fatto che, nella stessa area di rinvenimento, a Firenze, sono stati trovati, a intervalli di tempo diversi, vari oggetti che potrebbero far pensare a rituali legati al voodoo. La questione è allarmante, e travalica i confini della violenza agli animali... Per fortuna, almeno in questo caso, i due coniglietti sono stati soccorsi da una volontaria dell'Enpa (ente protezione animali), sono stati curati e verranno presto adottati...

Via | ilreporter
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail