First, il primo Ecopunto siciliano dove la spesa si paga con i rifiuti

manifesto ecopuntoLo scorso autunno Marina ci ha spiegato come aprire un Ecopunto in franchising, ovvero come mettere in pratica l'idea di trasformare i rifiuti in bene di scambio, atttribuendo loro un valore monetario.

A Niscemi hanno messo a punto l'idea, creando First, il primo Ecopunto della Sicilia (il primo in Italia è stato l'Ecopunto di Moncalieri aperto nel 2008), dove la spesa si paga con i rifiuti. First ha aperto appena 3 giorni fa in forma di negozio di alimentari, pronto ad accogliere chiunque voglia barattare o vendere i rifiuti provenienti dalla propria raccolta differenziata.

La Cooperativa grazie alla quale è nato First, guidata da Silvia Coscienza, mira adesso ad aprire altri negozi simili in ogni provincia della Sicilia, per diffondere l'idea di un progetto culturalmente valido e importante anche dal punto di vista dell'economia sostenibile per la Regione, che possa essere d'esempio a tutta l'Italia.

Ma come funziona praticamente First? La forza dell'Ecopunto sta in una logica simile a quella delle raccolte punti del supermercato. Ad esempio, 100 grammi di carta e ferro valgono 1 punto, 100 grammi di plastica 3 punti ed ogni 70 punti si ha diritto a mezzo chilo di pasta o a legumi. I rifiuti raccolti presso First vengono poi passati in consegna al Conai, che porterà avanti la filiera del riciclo.

via | greenme

  • shares
  • Mail